deserto pietrificato





Nella foresta pietrificata in Arizona innumerevoli tronchi più o meno spezzati sono testimoni dell’alternarsi del giorno e della notte da almeno 225 milioni di anni.

È il maggior sito mondiale che presenta un tale fenomeno pur se non l’unico ed è visitato da molte persone, pagando un prezzo equo. Data l’estensione non è possibile un controllo totale e naturalmente l’umana indole “collezionista” sovente prevale sul rispetto dovuto ad ogni testimonianza, artistica o naturale che sia, patrimonio comune e non personale.

Però… alla direzione arrivano in quantità impressionante lettere (definite di “coscienza” di cui una parte sono esposte) che riportano più o meno lo stesso evento, ossia che la “sfortuna” o il “destino avverso” si è accanito al ritorno dal parco con il ricordino proibito. 

Morti, incidenti e quant’altro… ed ognuno riconduce all’asporto illecito l’origine, tanto che le lettere accompagnano un pacco più o meno voluminoso (anche pezzi di svariate decine di chili).

Non potendo ricollocare i pezzi al loro posto originario vengono accatastati in un luogo apposito… ormai decine di tonnellate…

Solo suggestione e fortuite coincidenze? 
Provare (chi vuole) per credere.


Recensione di una viaggiatrice: https://www.simonasacri.com/america/stati-uniti/on-the-road/parchi-arizona-visitare-petrified-forest-national-park.php

Commenti

Post più popolari